Scusa, Amica mia.

Ti ricordi che in campeggio mi chiamavi “stellina”? Ho capito subito che eri speciale, ti ho voluto bene da quel giorno in cui mi hai detto: “Guarda, abbiamo le stesse scarpe!” (non chiedermi perchè io e te avessimo le stesse scarpe visti i nostri gusti diversissimi!). Li, su quel prato verde di Temù davanti al laghetto abbiamo condiviso risate per 10 giorni. Bellissimi giorni. Poi siamo tornate alle nostre vite di sempre, io mezza emo, finta-depressa che ascoltava vecchi gruppi rock sognando di diventare una Groupie invece immagino te a ballare nella tua stanza con “Blue” a tutto volume. Eravamo così diverse, siamo così diverse. Sono convinta che nella vita tutto succeda per un motivo e penso che “Sette Spose” sia stato il nostro motivo. Noi eravamo fatte per essere amiche già dall’epoca di questa vecchia foto, era scritto nel nostro destino. Da questa foto sono campiate tante cose nella mia vita. Ho conosciuto persone che mi hanno abbandonata dopo poco tempo (forse a causa dei miei troppi impegni), mi sono innamorata e sono stata tradita, ho finito il liceo e ho messo -un pò- la testa a posto, ho sofferto “grazie” a false amicizie, sono rimasta SOLA e mi sono rialzata, ho avuto il coraggio di affrontare situazioni difficili e sono cambiata. Ora sono -apparentemente- più forte. Ho scoperto un’arma speciale, IL SORRISO. Molti mi dicono “Guarda Marti che bel carattere, sorride sempre!”. Ohssì, sorrido ma dentro…URLO. Ho imparato a nascondere la sofferenza.

Poi sei  tornata tu. Così, quasi per caso. Quante risate ci siamo fatte insieme?

Mi mancano, sai?

Mi sono resa conto di quanto sono stata stupida, mi sono fatta inglobare dalla miriade di impegni quotidiani, dalla mia impressionante incapacità di dire una piccola parola “NO”. Tu avevi bisogno di me e io non c’ero. Io ero presa da altro, non mi sono resa conto che stavi urlando aiuto. Scusa. Ora non vado da nessuna parte, sono qui. QUI, con le lacrime agli occhi.

Torna preso che voglio “Manellarti” e abbiamo una lista piena di cose da fare INSIEME e una scommessa da portare a termine.

ah, dimenticavo…

“Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe!”

Creiamo un mondo come piace a noi visto che questo non ci piace, possiamo!! Ti voglio bene!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...