Siamo fatti per essere amati


Se un giorno ti sentirai particolarmente triste o inaspettatamente felice, prova a fare un esperimento

Prendi tutta la tua tristezza o la tua felicità, la tua rabbia o la tua gioia poi esci di casa.
Esci di casa, di sera, quando c’è già il buio. Possibilmente di notte. Vai in campagna. Lontano dalle case, dalle luci, dalle insegne dei negozi, dalle televisioni e dalle strade troppo affollate. Vai in un posto dove il cellulare possibilmente non prenda. Scegli un posto come questo: il più silenzioso e buio che trovi. 

Poi prendi tutta la tua tristezza o la tua felicità, la tua rabbia o la tua gioia e prova a buttarla fuori. Urlando, gridando, muovendoti, danzando, scalciando come sei capace. Sgolandoti finché non ti sembra di esserti sbrodolato tutto fuori.

 Poi aspetta qualche istante. Siediti. Stenditi. E guardati intorno. Ma soprattutto guardati sopra.

Sopra le nuvole di una giornata triste e soffocante ci sta sempre l’azzurro del cielo col sole che splende a mille. 

 E tuttavia non possiamo accettare di urlare la nostra rabbia, il nostro dolore o la nostra gioia al vuoto degli spazi che ci sovrastano, non possiamo accettare di essere ingoiati in un universo indifferente, inospitale e del tutto sproporzionato rispetto al nostro mondo. Non possiamo accettare di non essere niente rispetto al tutto. Non possiamo accettare che tutto quello per cui lottiamo, speriamo, amiamo, che tutto quello che ci fa soffrire o entusiasmare non sia che un insignificante battito di ciglio rispetto all’infinità del tempo e un granello di polvere rispetto all’infinità dello spazio.

 Il fatto stesso che quando stiamo male, il fatto stesso che quando stiamo bene abbiamo bisogno di qualcuno a cui dirlo, abbiamo bisogno di qualcuno a cui comunicarlo, con cui dividere le nostre passioni, i nostri timori, la nostra felicità, il fatto che quando qualcosa ci bolle dentro abbiamo bisogno di ritrovarci davanti a un cielo come questo, davanti a un volto, davanti a un Tu che ci ascolta, tutto questo ci mostra che noi siamo fatti per essere qualcuno negli occhi di un altro, per essere un volto, un grumo di sentimenti, una storia di fronte al volto, ai sentimenti e alla storia di un altro, in una parola questo cielo smisurato ci mostra che siamo fatti per essere amati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...